Che succede in parlamento? Non ci servono divisioni in questo momento

La scorsa notte la Lega ha occupato il Parlamento con 70 persone che hanno presieduto Camera e Senato. La motivazione di questo gesto è l’ottenimento di risposte circa la libertà di movimento dei cittadini che ormai da settimane attendono di ripartire. Tra gli intenti si trovano anche quella di tornare a una democrazia compiuta, giacché Lega e anche Fdl dichiarano di sentirsi esclusi dalle decisioni che a loro dire vengono prese solo e univocamente da Giuseppe Conte.

Discorso Conte:

In mattinata si sono susseguite due dirette del presidente Conte per una nuova informativa, la prima a Montecitorio e la seconda in Senato. Conte ha ricapitolato i punti salienti di questa emergenza e i provvedimenti presi per rispondere in maniera adeguata. Constata che il dibattito è vivace, ma questo non è un pericolo all’interno della democrazia anzi è parte costitutiva di essa. Precisa che le risoluzioni prese non partono da una sua iniziativa ma vengono prese seguendo un comitato tecnico-scientifico. Seguire queste disposizioni è possibile nonostante le posizioni espresse dagli scienziati non siano univoche (come fatto osservare da qualcuno). Tuttavia il presidente ricorda e puntualizza che non si tratta di prendere a riferimento libere opinioni, al contrario, vengono seguite ricerche e studi approfonditi, quindi viene rispettato un principio di conoscenza scientifica.

Il discorso di Conte, che è in parte una risposta all’occupazione leghista, prosegue continuando insistendo su concetti come l’importanza del rispetto delle norme e l’invito alla cautela nell’apertura delle attività. In questo periodo è importante evitare una ripresa del contagio per scongiurare il pericolo del collasso delle strutture sanitarie. La seconda fase infatti segna il momento della convivenza col virus, e non il momento di liberazione dal virus.

Conte ribadisce che a rischio di apparire impopolare il governo non può assicurare il ritorno immediato alla normalità della vita precedente. Serve consapevolezza che il virus sta continuando a circolare. Per il presidente non si tratta di un programma elettorale destinato a raccogliere il consenso. Al primo posto c’è la sicurezza dei cittadini. Per questo motivo gli allentamenti saranno progressivi.

FONTI:

CORRIERE DELLA SERA